La flora e la fauna brasiliana sono ricche e variegate, basti pensare che circa il 65% del territorio del Brasile e’ occupato dalla maestosa Foresta Amazzonica!

Flora
Per quanto riguarda la vegetazione, essendo appunto il bacino amazzonico di tipo pluviale, centinaia di specie diverse di piante sono distribuite in base all’umidita’ del suolo: tra queste, palme e piante euforbiacee (da cui si ricava il caucciu’) e, spostandosi lungo la costa, si trovano mangrovie, alberi del cacao, palme nane. I frutti piu’ coltivati sono l’ananas, il mango, la banana, l’uva, l’arancia, il fico e la guava. Nelle zone temperate, numerose sono le conifere, mentre in quelle aride degli altopiani sono comuni i cactus e vegetazioni tipicamente arbustive. Risaputo e’ il problema della deforestazione, diminuito negli anni, ma che comunque rappresenta una minaccia sempre attiva perche’ portatrice di problemi climatici di tipo catastrofico.
Fauna
Parlando invece della fauna, anche qui troviamo ricchezza e varieta’ di tipologie. Partendo dai grandi mammiferi, sono comuni il capibara, il puma, il giaguaro e l’ocelot; non mancano, inoltre, il tapiro, il formichiere, il bradipo, l’opossum, l’armadillo e vari pipistrelli. A sud sono numerosi i cervi, mentre le foreste sono popolate da varie scimmie e diversi tipi di uccelli tropicali, in particolare pappagalli e tucani. Anche le specie di rettili sono numerose, a partire dagli alligatori e i serpenti; non mancano, infine, nella zona della costiera atlantica, tartarughe e pesci.